Sono uscita dalla mia comfort-zone alla Enactus World Cup

L’esperienza alla Enactus World Cup vissuta di recente mi ha lasciata senza parole. Per tre giorni, in trasferta a San José, California, ho vissuto appieno lo spirito che guida l’operato di Enactus: la condivisione e l’aiuto reciproco, ma soprattutto la voglia di crescere e diventare davvero i leader di domani. 

Accanto  alla competizione vera e propria, non sono mancati i momenti in cui si celebravano le varie culture dei 37 Paesi protagonisti dell’evento. Ricordo con piacere soprattutto la Cultural Fair, durante la quale ogni delegazione ha potuto mostrare a tutta la comunità gli usi e i costumi del proprio Paese d’origine. 

Alla Project Showcase, tenutasi il secondo giorno, ho avuto la possibilità di illustrare il nostro progetto, Rewind For Future, a tutta la comunità di Enactus e ricevere spunti, suggerimenti e possibili collaborazioni future!

Torno a casa arricchita da momenti di incontro  e confronto con personalità di spicco del mondo del business, che hanno cercato di trasmettere la propria esperienza per aiutare noi ragazzi a crescere e impegnarsi per costruire un futuro migliore per tutti noi.

In quest’esperienza coinvolgente  ho messo alla prova me stessa e sono uscita dalla zona di comfort. Mi sento pronta a trasmettere tutto ciò che ho imparato ai futuri membri del Team! 

Erica Dalla Vecchia fa parte del team Enactus per il nostro ateneo ed ha partecipato alla World Cup 2019, dal 16 al 18 settembre. L’Enactus World Cup è l’evento annuale che coinvolge più di 3.500 studenti, docenti e imprenditori da ogni parte del mondo, per mostrare come l’innovazione sociale possa creare un futuro migliore a livello globale. Ogni anno 72 mila studenti gareggiano per promuovere il proprio progetto

Erica, studentessa del team Enactus 2019 dell’Ateneo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑